Senza categoria

Ipazia e le stelle

Ipazia era filofosa, ma amava le stelle.
Se scruti l’universo troverai le risposte che cerchi. Dentro di te.
La notte, dalla terrazza della biblioteca, si sedeva con I palmI delle mani appoggiatI a terra.
Respirava a fondo e poi alzava lo sguardo.
Osservava.
La vita delle stelle.
Tutte apparentemente uguali.
Tutte profondamente diverse.
C’è chi brilla per virtù e chi per luce riflessa.
Chi si accosta timidamente ad un satellite e chi eroicamente sovrasta le altre in solitudine.
Nelle danza, nei movimenti, nei mutamenti del cielo infinito, Ipazia vedeva l’amore.
E come qualsiasi altra donna di questo mondo lo attendeva.
Amava I suoi allievi come figli prediletti.
E amava I suoi libri come le piante esotiche del  giardino di Alessandria.
“Mestro Ipazia” le disse un giorno un fanciullo, “le stelle conoscono Amore, anche se sono così lontane e mute da noi? ”
E leI divertita, rispose serena:
“Mio caro, quando riconosci la tua stella, potresti mai abbandonarla anche se dista da te milioni di kilometri?
Ogni giorno le dedicherai un pensiero.
Ogni giorno sosterai per osservarla.
Ogni giorno attenderai che arrivi la notte.
Ogni giorno un pò di più.
Per cui, si, le stelle conoscono Amore.
Conoscono dedizione.
Conoscono fatica e attesa.
Conosco l’infinito e ne riescono a godere.
Conoscono l’Amore che gli viene donato”
Dunque sorrise e si rimise ad osservare il cielo.
Quella notte era pieno di luce.

Scritto con WordPress per Android

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...